Lezioni di Tarantella

Difficile resistere alla natura passionale di questa danza…. la tarantella, capace di coinvolgere nel suo vortice chiunque, anche lo spettatore più pigro. Voi stessi avrete l’opportunità di imparare a ballare i passi di questa danza! Non è solo una fantasia ma una reale opportunità che offre solo il nostro teatro, organizzando lezioni private di tarantella con i ballerini dello spettacolo del Sorrento Musical! Durante la lezione imparerete i passi di una famosa tarantella e ballerete in gruppo insieme a dei ballerini professionali 

 

La storia della tarantella

La tarantella è una danza tradizionale delle regioni del sud Italia che ha origine a Napoli agli inizi del ‘700. Questa danza viene ballata a coppie, con tamburelli e nacchere e a ritmo e tempo veloci!

 

L’origine storica collega la nascita della tarantella alla città di Taranto, secondo alcuni studiosi uno dei primi centri in cui si diffuse questa danza, infatti il ballo è associato al fenomeno del tarantismo pugliese. Il nome tarantella  deriva appunto da “taranta”, termine dialettale per indicare un ragno velenoso, la tarantola, diffuso nell’Europa meridionale. La leggenda racconta che chi veniva morso da una tarantola tendeva ad un esagerato dinamismo fino ad avere delle crisi isteriche. Al ballo della tarantella veniva attribuito un potere benefico in quanto tramite l’insistenza della pratica di questa danza veniva espulso, attraverso il sudore, il veleno dal corpo della persona colpita.

Gli strumenti della tarantella

Gli strumenti tipici della tarantella sono:  il tamburello, le nacchere, il mandolino, la fisarmonica, il triccheballacche, lo scetavajasse e il putipù.

Curiosità

Ci sono vari tipi di tarantella nei paesi del centro-sud Italia e ognuna ha la propria tipicità.  La tarantella di Sorrento risale sempre al XVII ma secondo alcune leggende le sue movenze erotiche sarebbero servite alle sirene per stregare UlisseMolti compositori si sono ispirati ai ritmi delle tradizioni meridionali, tra i più famosi ricordiamo Gioacchino Rossini,  con La danza.

Nel dialetto napoletano quando si menziona la tarantella molto spesso non si intende la danza folkloristica di cui abbiamo parlato! Il termine tarantella viene usato nel gergo napoletano come sinonimo di problema, in riferimento ad un guaio o una situazione seccante da risolvere! Se vi capita di ascoltare nei vicoli di Napoli espressioni del tipo “è proprio na tarantell” oppure “mo facimm e tarantell” state certi che di sicuro nessuno pensa a farsi un ballo!!