La trama del Sorrento Musical

Prima scena

Nella prima scena è protagonista il mare. Il panorama è quello del golfo da Marina Grande a Punta Scutolo: su questo specchio d’acqua i pescatori si preparano alla pesca quotidiana rendendo con canti e balli più sopportabile e allegra la fatica di tutti i giorni.

Seconda scena

Subito dopo viene raffigurato il mercato che ha già una sua musica fatta di chiacchiere e pettegolezzi. Nella piazza tra compere e scambi nascono storie d’amore e gelosie e si intrecciano litigi e corteggiamenti al ritmo e con i passi della Tarantella.

Terza scena

All’imbrunire e col Vesuvio stagliato all’orizzonte facciamo ingresso nella terza scena  che non può cantare altro che l’amore. I luoghi che hanno ispirato e stregato tutti i colti viaggiatori del Grand Tour (da Goethe a Wagner,da Nietzsche a Croce) emanano il loro fascino immutato attraverso canzoni scritte in questi posti.

Quarta scena

L’ultima scena del Musical ricostruisce il momento popolare della festa. Sulla piazza illuminata a giorno, mentre nel cielo si disegnano le scie dei fuochi d’artificio, tutti si lasciano trasportare dal ritmo dei balli e cantano la loro gioia di vivere pronti ad affrontare, l’indomani,  un’altra giornata d’amore e di lavoro.

Tra le canzoni più famose eseguite nello spettacolo ci sono: Torna a Surriento, O Sole Mio, Caruso,  Santa Lucia, à città e Pulecenella e Funiculì Funiculà.